previous arrow
next arrow
Slider

NGC 7841


Lago Boè 2250 m, Gruppo del Sella, Alta Badia, 2016

Sulla superficie ghiacciata del lago una frana ha depositato un grande numero di detriti: frammenti di montagna dalle dimensioni più varie, dal minuscolo ciottolo non più grande di una noce, fino al macigno della dimensione di un grosso pneumatico. Dopo successivi cicli di gelo e disgelo superficiali la moltitudine di frammenti è diventata solidale alla massa ghiacciata formando un tutt’uno. Le pietre fissatesi al ghiaccio si staccheranno solamente in primavera, dopo il disgelo completo, sprofondando nelle acque del lago. Osservare queste pietre silenziose, cercarne le differenti combinazioni attraverso un continuo vagare; aspettare che il susseguirsi delle ore ne muti i colori, scoprirne gli equilibri nascosti e le delicate armonie… Davanti ai miei occhi, un cosmo senza nome dalle infinite possibilità.
Il New General Catalogue (NGC), nell’astronomia amatoriale, è il più famoso e usato catalogo dei cosiddetti “oggetti del profondo cielo”. Con questo termine sono designati gli oggetti nel cielo notturno che non sono nè stelle nè elementi del sistema solare. Il NGC è utilizzato specificamente per i raggruppamenti di corpi celesti. Ogni elemento del catalogo è classificato con un numero.
Ad oggi, gli elementi contenuti nel New General Catalogue sono 7840…